Progettista

Fondatore e Presidente dell'ente promotore del progetto "Festival Antonio Vivaldi", Giulio Melicchio, è docente a contratto a Bologna. 

 

Da diversi anni opera nell'ambito del Terzo Settore producendo sul territorio nazionale diverse rassegne e contenitori culturali, in stretta collaborazione e/o per conto di Governi Regionali, Provinciali, locali e Università.

 

Amante della musica classica e barocca, perfeziona i suoi studi focalizzando le proprie energie nella progettazione e produzione di grandi eventi, quali galà lirici-sinfonici e concerti di musica antica e classica, siglando importanti collaborazioni con diverse orchestre europee.

 

Orgoglioso della propria terra, oltre ad occuparsi della tutela e valorizzazione del patrimonio storico-culturale calabrese mediante l'attivazione di progetti artistici-culturali di notevole pregio, è specializzato nel coordinamento di fiere, congressi e meeting di spessore.


Direttore Artistico

Alessandro Marano, si diploma in pianoforte nel 2003 con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica “S. Giacomantonio” di Cosenza e, nel 2007, consegue il Diploma Accademico di Secondo Livello in pianoforte ad indirizzo solistico con il massimo dei voti e la lode, allievo per più di un decennio del M° Giuseppe Maiorca.

 

Ha frequentato per otto anni presso la Foundation “Paul Hindemith” di Blonay in Svizzera i Corsi Internazionali di alto perfezionamento pianistico, seguendo le lezioni di illustri maestri e concertisti di fama internazionale fra i quali Edith Fischer (stimata allieva di Claudio Arrau) e Paul Badura-Skoda.  Parallelamente ha continuato a studiare con Edith Fischer presso il Centro de Estudios Musicales “A Tempo” di Barcellona e, inoltre, ha seguito i corsi dei Maestri Aldo Ciccolini e Bruno Canino.

 

Ha ottenuto premi, menzioni speciali, borse di studio e riconoscimenti in più di cinquanta concorsi pianistici nazionali ed internazionali; svolge una intensa attività concertistica, suonando in tutt’Italia e all’estero (Svizzera, Spagna, Ungheria, Romania, Bulgaria, Austria, Francia, Repubblica Ceca, Russia, Grecia, Gran Bretagna), riscuotendo ovunque calorosi apprezzamenti da parte del pubblico e della critica.